Play the Corporate Video
  • Italiano
  • Inglese
  • Spagnolo

Il nostro legno garantito dal Botti & Barriques NIR®

Il legname abitualmente impiegato è il Rovere, nelle specie Quercus Petrea e Quercus Pedunculata, che mescolate assieme secondo la nostra esperienza secolare, garantiscono un meraviglioso bouquet. Il legno viene acquistato direttamente nelle migliori foreste Europee del massiccio centrale francese, della Slavonia e dell’Europa Centrale, ove i nostri tecnici scelgono solo le migliori partite di legname.

Solo il legname migliore certificato FSC® e PEFC™, specchiato e semi-specchiato a grana fine, esente da ogni tipo di difetto come nodi, alburno, fenditure, etc., sarà stagionato naturalmente all’aperto dai 3 ai 5 anni nei nostri piazzali di 87.000 mq. La nuova sede di Sacile alle pendici della foresta del Cansiglio e del Piancavallo, garantisce una circolazione d’aria pura di montagna per una perfetta stagionatura.

Per garantire al vino l’aroma prescelto è necessario che le barriques e le botti siano costruite con dei legni scelti e analizzati. Non basta fidarsi della sola provenienza, la crescita del legno, come gli altri vegetali, dipende da microvariabili climatiche quali la zona più o meno umida, la composizione del terreno e le sue esposizioni.

Abbiamo così studiato insieme all’Università degli Studi di Udine, dipartimento di enologia e tecnologia alimentare, il brevetto Botti & Barriques NIR® con il quale ogni doga viene fatta passare agli infrarossi (NIR) e ne vengono analizzate le caratteristiche, così da avere tutte le informazioni come se fosse una radiografia. In questo modo abbiamo identificato 4 categorie aromatiche: Struttura, Dolce, Speziato ed Equilibrio.

Struttura: identifica la caratteristica struttura ossia legni con alti contenuti di tannini e tannini ellagici. Il vino acquisisce struttura e corpo, il colore si stabilizza.
Dolce: identifica la caratteristica dolce ossia legni con alti contenuti di vanillina e furfurale. Il vino acquisisce note aromatiche dolci.
Speziato: identifica la caratteristica speziato ossia legni con alti contenuti di lattoni ed eugenolo. Il vino acquisisce note speziate.
Equilibrio: identifica che non vi è nessun carattere dominante, tutti i caratteri sono mediamente presenti. Il vino assumerà note intermedie tra quelle precedentemente descritte.

Grazie al brevetto abbiamo creato una vera e propria biblioteca del legno, dove cataloghiamo nel processo di stagionatura naturale, roveri con diverse concentrazioni aromatiche, da più delicati e dolci, ai più robusti ed intensi, per costruire botti e barriques che cedano esattamente quanto richiesto dalla cantina.