Play the Corporate Video
  • it
  • en
  • es

La Nostra Storia

Le nostre radici sono fondate nella bellissima regione Veneto e più precisamente nel villaggio di San Fior, vicino a Conegliano a 60 km da Venezia. Giuseppe Garbellotto, nato nel 1754, praticava, già prima del 1775 la sua professione di artigiano del legno. Il figlio Pietro ed il nipote Augusto Emilio esprimevano il proprio talento, nel laboratorio adiacente la loro casa, non solo con la produzione di botti, tini e barili, ma anche attraverso la creazione di mobili d’arte, già all’epoca nella bottega vi lavoravano una dozzina di artigiani.

Nel 1815 Giovanni Battista prese le redini dell’attività e la condusse per cinquant’anni assistito dai suoi numerosi figli tra cui Narciso, nato nel 1853, che con l’aiuto dei due fratelli si specializzò nella produzione di botti da cantina. Tanto crebbe la sua fama, da divenire fornitore delle cantine di Casa d’Austria.

L’azienda prosperò fino alla prima guerra mondiale, quando tutta la produzione cessò a causa dell’occupazione delle truppe Austriache e la casa di famiglia, oggi sotto la tutela delle Belle Arti, fu trasformata dalle forze di occupazione in un pronto soccorso Militare.

Tutti gli archivi di famiglia scomparvero e solo qualche mobile insieme a qualche ricordo di famiglia venne salvato. La guerra finì e Giobatta figlio di Narciso, riorganizzò l’azienda secondo uno schema industriale a Conegliano, gettando le basi per un futuro di nuovi successi. L’attività si ingrandì velocemente, diventando presto l’industria italiana di punta nel settore e una delle migliori al mondo.

Al Cav. Giobatta successe il figlio Pietro, che con una brillante intuizione, affiancò all’industria botti il commercio legnami, creando una forte sinergia tra le due attività. Grazie a questa sinergia, grandi quantità di legname possono essere acquistate a eccellenti condizioni, per essere successivamente selezionate e le migliori impiegate per costruire botti o alternativamente vengono vendute, in conformità alle caratteristiche fisiche del legno. Questa intuizione salvò l’azienda durante la grave crisi che investì il settore negli anni ’80, i bottai vennero momentaneamente spostati nel nuovo reparto, in modo da salvare il know out produttivo.

In questi due secoli l’azienda ha fornito con soddisfazione cantine in tutto il mondo,  possiamo citare le due forniture più curiose: con 712 tini chiusi da 166 ettolitri l’uno, per una capacità di circa 120.000 ettolitri (fornitura che impiegò 4-5 anni per essere completata), la Garbellotto contribuì a fare delle cantine GALLO di Modesto-California- la più grande cantina del mondo da invecchiamento di tutti i tempi; La residenza del Principe Arcivescovo di Würzburg, in Baviera, un prestigioso castello le cui scale d’accesso sono state affrescate dal Tiepolo, rimane indiscutibilmente una delle più belle cantine mai arredate dalla Garbellotto.

Attualmente l’industria leader mondiale nel settore delle botti grandi è guidata dai Fratelli Garbellotto che continuano l’espansione nei mercati mondiali. L’azienda produce 100.000 hl all’anno di bottame, si estende su un’area di 60.340 mq dei quali 14.137 coperti, impiegando circa 80 addetti.

I Nostri numeri

243
anni di Storia
1
Famiglia
8
Generazioni
80
Bottai
16.000 mc
di legname stagionato naturalmente
100.000 hl
di bottame l’anno
2
Guinness
5
continenti serviti